L'apparecchio ad effetto Hutchison

15.05.2021

di John Hutchison

Avvertenza: la ricreazione di alcuni aspetti di questi esperimenti è estremamente pericolosa e non dovrebbe essere tentato senza un'adeguata formazione o guida.

Cercherò di spiegare i dettagli dell'apparato usato nei miei esperimenti e inizierò con Potenza in ingresso utilizzata per attivare l'host di bobine di Tesla, generatori statici, trasformatori, interferometri, magneti, masse metalliche e sorgenti nucleari, ecc. La sorgente di alimentazione era a 110 volt CA funzionanti a 400 watt a 4000 watt. Un lato della linea CA aveva un condensatore del fattore di potenza (60 cicli, 250 volt) e un limitatore di corrente da 100 ampere. Il magnetismo del limitatore di corrente è stato utilizzato anche nelle interazioni sperimentali.

Questa fonte di energia è stata divisa in una casella funzione e. attraverso il passaggio, è andato a variac. Le uscite variac sono state monitorate da wattmetri, amperometri e voltmetri, e fornito fino a quattordici trasformatori. Questi
includono trasformatori a dodici volt per tubi a vuoto, trasformatori CA da 400.000 volt, un trasformatore a raggi X Siemens da 250.000 volt CC e altri articoli. È stato anche utilizzato un impianto di rigenerazione da 450 kHz a 2500 MHz.

Il circuito di alimentazione generale è mostrato in Figura 1. A e B sono limitatori di corrente che variavano da due a sette ampere. In questo modo alcuni trasformatori erano limitati a questo amperaggio invece dei cinquanta amplificatori che altrimenti sarebbero stati disegnati. I limitatori di corrente erano regolabili e il loro magnete era usato in prossimità delle intercapedini e di un'unità di emissione alfa-beta. 1 aveva interruttori di bypass su ciascun limitatore di corrente che usavo spesso.
Sfortunatamente c'è stato un incidente una volta in cui il trasformatore del polo esterno è esploso quando si utilizza l'interruttore di bypass.

Il simbolo (x) è usato per rappresentare i potenziali di alto potenziale nelle figure 1,5 ~ 7, 10, 12 e 17. Queste figure sono schemi approssimativi di alcuni circuiti.

Le mie bobine di Tesla preferite sono mostrate nelle figure 2 e 3. Altre bobine di Tesla 1 erano del piatto tipo pancake con tubo di rame da 1 pollice nel
primario e 10.000 giri di filo numero 32 su un tubo secondario del diametro di 8 pollici. Un'altra bobina utilizzava un filo di dodici calibri su un tubo del
diametro di 24 pollici montato orizzontalmente.
Questi non sono mostrati.

L'elettronica di una bobina di Tesla con tubo a vuoto è mostrata nella Figura 4. Le Figure 5 e 6 mostrano schemi approssimativi dei circuiti di bobine di Tesla.

Lo schema di figura 7. alimentato da un trasformatore ad alta tensione, genera forti impulsi di campo elettrico per un numero di usi, compresa la proiezione di fulmini, come illustrato nella figura 8.

Una configurazione, illustrata nella Figura 9, sembrava produrre cambiamenti nella radiazione di fondo cosmica.

Se aumentassi l'uscita variac verso il trasformatore Siemens per aumentare la DC ad alta tensione il grande toroide, mantenendo il resto del sistema di laboratorio in funzione, il contatore Geiger scenderebbe a quasi zero conteggi al minuto
all'interno di una zona del diametro di 75 piedi.
Eppure, è stato possibile il contrario (aumentare il numero di conteggi) se ho abbassato la tensione del toroide e aumentato tutte le tensioni CC al sistema di
laboratorio delle bobine di Tesla (tramite i circuiti dei serbatoi), bobine RF, spinterometri, bobine toroidali e tensione sull'unità nucleare. La parte AC
del sistema di laboratorio dovrebbe essere mantenuta allo stesso livello. La Figura 10 mostra uno schema di impulsi al grande toroide principale.

Alcuni anni fa, Drs. Lakken e Wilson hanno discusso sul fatto che una "palla" di flusso alfa-beta si sia formata e depositata sui campioni del test, personalmente non credo.
Penso che il flusso alfa-beta sia stato guidato alle masse essendo collegato ad alta tensione Livelli DC, per campi di impulsi magnetici ed eccitati dalmio magnetron a impulsi meccanici che eccitava il metallo geometrico L'idea è di eccitare la superficie della pelle delle masse e dei loro atomi per creare una situazione spazio-temporale
instabile. dalle bobine di Tesla e dalle apparecchiature di generazione RF per bloccarsi in una situazione spazio-temporale locale.Il mio pensiero è che ora una piccola quantità di energia viene rilasciata dal vasto serbatoio nello spazio-tempo a livello subatomico per creare un disturbo o effetto movimento.

La Figura 11 è una spaccatura che mostra la sezione nucleare al centro di una bobina di Tesla. Nota come io tenere il corno di alimentazione vicino all'area della finestra. Quest'area era anche immersa in una tensione di 30.000 volt campo elettrico più un debole campo magnetico di soli 700 gauss che era variabile. Un'unità spark-gap a
due spirali è anche mostrata nella Figura 11.

Il materiale radioattivo per fornire le emissioni alfa-beta era contenuto in una sfera di acciaio inossidabile che aveva una sezione di finestra sottile. Un magnetrone a quattro gigahertz pulsato da un vecchio sistema di spinterometri rotanti inviava
microonde dalla sezione di uscita della finestra.
Piccole masse sono state poste vicino all'influenza del flusso alfa-beta. La sorgente radioattiva era anche sotto corrente continua ad alto voltaggio e bobine a impulsi (da 50.000 a 100.000 giri) per produrre magneti ed elettrostatici di tipo onda viaggiante per aiutare il raggruppamento e la guida del flusso alfa-beta. Tutto questo interagito con altre attrezzature circostanti. Alcune disposizioni aggiuntive sono mostrate nella Figura 12.

Magnetics

Un limitatore di corrente è stato utilizzato su "Big Red", un trasformatore da cinquanta kVA a 89.000 V. Uno scarico a scintilla di cinque Hz è andato semplicemente su una piastra di terra in rame. La piastra era mobile e il posizionamento della piastra si è rivelato positivo per gli esperimenti successivi. Il
limitatore di corrente era costituito da lamelle da 4 "x 4" impilate alte quindici pollici e spesse sei fili di numero otto.Il battito del nucleo di ferro si dimostrò valido nei test. La sua posizione era vicino al cuore del mio apparato. era un'unità pesante, era necessario il lancio di ruote per spostarlo.Il polso dell'unità influenzò l'elettrostatica e il flusso alfa, una volta chiuso.Il flusso di Alpha cadde a due piedi. Altre unità nella configurazione erano due antenne in ottone a doppio anello da cinque piedi alto, come mostrato nella Figura 13.

Queste sono alcune basi del mio laboratorio. Ho escluso la generazione e l'accoppiamento RF e tutti i dispositivi di disturbo del radar che ho usato in seguito. Ho potuto impostare con precisione un pattern a 2000 mHz a 100 milliwatt. Potrei dare o prendere (±) 1000 MHz, aggiungere frequenza cardiaca, CW o modulazione
di qualsiasi forma.

La geometria del posizionamento è di grande importanza per le unità chiave del campo elettrostatico e per gli intervalli di scintilla. Il campo elettrostatico deve coprire tutti i componenti. Aiutando a fare questo sono sfere di rame montate su isolatori. La palla grande mantiene la carica più a lungo mentre quelle più piccole si scaricano più velocemente. In un certo senso, si ha una rete di impulsi che funziona insieme all'elettricità dinamica e la piccola influenza del magnetrone da 250
milliwatt vicino al flusso alfa-beta. Nella zona è debole il magnetismo, i magneti permanenti e gli elettromagneti dei tipi di barilotto a onda mobile (TWT) - Quindi, forse un la trasformazione avviene a livello subatomico in tutto ciò e viene eseguita una zona di conversione forma dall'apparecchiatura circostante. Questa zona
sembra trasformarsi di nuovo in zone oltre il laboratorio, fino a 500 piedi di distanza, sotto forma di o cilindro. Sembrava esserci una zona a distanza di quindici piedi. I campioni posti in esso a volte levitavano o si rompevano.

Gli effetti di interazioni inaspettate sul campo sono mostrati nelle Figure 15 e 16, Un campione, a pezzo di alluminio lungo quattro pollici di l/2 pollici quadrati, era stato frantumato al centro. Esso ci si aspetterebbe che solo pochi watt fossero in questa zona »rispetto all'ingresso da 4000 watt nutrire tutta l'attrezzatura. Il nostro campione era esploso dall'interno, ridotto in migliaia di filamenti. I filamenti misurano da .010 "a 0.50" di lunghezza e da .008 "a, 012" di spessore. L'evento
volume espanso verso l'esterno dal centro di massa in apparente reazione a una forza reciproca repulsione tra i filamenti.

Le linee di campo pittorescamente congelate nei filamenti di alluminio sono funzionalmente identiche a quelle abbiamo osservato in un punto di frattura un magnete a barra permanente della stessa geometria. La forza esercitato sui filamenti di alluminio era sufficiente a dividere un gran numero di filamenti più esterni e piegarli indietro lungo le "linee di campo" a tal punto che gli strati di questi sono compattati insieme, contro le superfici solide del campione.

Il materiale all'interno del volume degli eventi era molto più difficile e piuttosto fragile rispetto all'originale lega di estrusione, che era abbastanza morbido. Tutte le superfici hanno evidenziato un aspetto maculato e regolare struttura, pur non avendo nessuna delle caratteristiche associate alla deformazione plastica o alla
fusione. Le caratteristiche fisiche erano tipiche dei materiali cristallini tagliati lungo i piani di legame. Il numero di filamenti probabilmente ha superato le 100.000, aumentando di fatto la superficie all'interno dell'evento di decine di migliaia di volte.

Un altro campione mostrava miscele di materiali inspiegabili: il legno è stato trovato in un blocco di alluminio testato dal laboratorio Siemens. Germania, inoltre, elementi densi e impossibili di elementi che si formano materiali sconosciuti sono stati trovati dal lavoro dell'Istituto Max Planck, in Germania. Perché così tanti
si verificano diversi effetti, compresa la levitazione, possiamo ipotizzare la RF e gli operatori sul campo di supporto stanno lavorando in una regione ristretta della "zona degli effetti". Questi eventi casuali a volte accadevano a circa cinque per ora nel 1987, '88. e '89.
È una probabilità imprevedibile per tutti gli operatori combinarsi in modo sincrono per causare un effetto. Per eventi come slow lift e slow break, gli operatori si combinano sotto semplici uscite, ampiezze e frequenze stabili. La nostra finestra
spazio-temporale dovrebbe essere descritta a livello subatomico per la comprensione degli effetti Hutchison.

Acknowledgments

I would Eke to thank those individuals associated with Pharos Technology, the Max Planck Institute, Los Alamos, McDonnel Douglas, BAM Labs Germany, Fraunhofer, the Austrian and German groups, the DOD groups, and individual Input from Japan, Greece, England, Canada, USA, Switzerland, France and the Yin Gazda international filmmaker, for the interest and support they all have shown.

Figure 17 is another pulsing circuit device I call the interferometer. Electrostatics were producedwith two Van de Graaff generators. When arranged as shown in Figure 18 , cool wind effects could be produced. These machines were used to impose an electrostatic field in the test area.

About the Author

John Hutchison is the classic independent individual experimenter-a self-made physicist. Mr.Hutchison con be reached by mail at 731 5th Avenue, Apt. 306, New Westminster, British Columbia Canada, V3M 1X8.

Franco Malgarini
Tutti i diritti riservati 2021
Creato con Webnode
Crea il tuo sito web gratis! Questo sito è stato creato con Webnode. Crea il tuo sito gratuito oggi stesso! Inizia