Due soli

14.05.2021

Come avevo accennato, ho una parte di me sveglia e l'altra no.

Dopo aver sviluppato al massimo una delle due parti, singolarmente, ora mi sto' dedicando all'altra.

Nei prossimi giorni metterò cosa mi è successo e come ci sono arrivata, ora però, devo appuntarmi delle note.

Perché nello sviluppare la mia seconda metà, cioè la parte destra del mio corpo, ho avuto qualche effetto collaterale poco piacevole.

Per ora nulla di grave, solo un po' fastidioso.

Uno di questi è che di notte, mi sveglio, con le mie teorie sull'etere, che mi ronzano in testa.

E' normale, all'inizio, perché sto' imparando a calibrare il tiro e, invece di leggere dentro di me, leggo fuori, probabilmente.

E quindi mi sveglio con la mente che vaga su alcune situazioni.

Anche perché, in questi giorni, ci sono dei tasselli del puzzle che non si incastrano.

Il campo magnetico si sta invertendo e fin qui, nulla di sconcertante, visto che è perfettamente naturale.

Quello che però mi chiedo è perché si inverta.

A parte che non sappiamo nemmeno da cosa sia formato, realmente...

Ma sembra, quasi, che un magnete più grande ci passi vicino e lo faccia spostare, come l'ago della bussola.

Non fosse che non c'è, un magnete così grande, vicino...

Anche il sole ha invertito i suoi poli, ne ha anche sviluppati quattro se è per questo, segno che anche lui sembra essere soggetto ad una forza più grande esterna.

Poi l'ultima chicca l'ho letta ieri, sia vera o meno non lo so, ma pare che la NASA abbia censurato immagini in cui si vede la magnetosfera, rispondere all'azione solare, dalla parte opposta a quello che dovrebbe essere.

Ho sempre pensato, a causa degli esperimenti con il ghiaccio, che la terra, debba essere stata formata da due soli.

Perché, negli esperimenti, se congelo due spirali larghe che si restringono in mezzo, ottengo sempre, in quel punto, un allargamento del ghiaccio.

Mi si forma un "pianeta" in pratica.

Mi si forma un toroide e un piccolo mondo, come se il materiale esterno alla spirale, venisse concentrato, da fuori (e non dalla parte più larga), in quel punto.

Se lo rapporto all'universo, direi che due stelle, opposte, una a monopoli positivi e una negativi, formano nel loro centro ideale, un pianeta.

Perché in quel punto i monopoli si annullano e creano la materia che formerà quel pianeta.

Pensando alla terra, e a Ighina, a me non torna il fatto che, come diceva lui, l'atomo magnetico, che parte dal sole, si ribalterebbe al centro della terra, tornando indietro.

Come fa a ribaltarsi?

Deve incontrare un oggetto che gli faccia da specchio, ma questo è impossibile, perché l'atomo magnetico penetra tutto.

È vero che i metalli sembrano "canalizzarlo" ma ne sono formati essi stessi.

Non mi sembra plausibile, tra tutte le idee fantascientifiche, che nel centro della terra, ci sia uno specchio per l'atomo magnetico.

Però, è plausibile che la terra si sia formata grazie all'atomo magnetico del nostro sole e di un altro sole, diverso dal nostro (ad atomi magnetici negativi).

Inoltre, questo sole, sconosciuto, deve essere per forza molto più grande del nostro.

Perché la terra, a sua volta, sembra avere dentro di sé, una piccola stella ad atomo magnetico negativo.

In pratica, il sole sconosciuto, è talmente forte, da aver polarizzato la terra.

Perché l'atomo magnetico della terra, uscendo e scontrandosi con quello del sole, forma a sua volta, un altro pianeta, la luna...

e la luna, è più vicina alla terra, proprio perché la terra è più piccola del sole.

Non sono amante della matematica, ma c'è sicuramente un rapporto di grandezza, tra le due spirali, che forma, nel suo centro armonico, un altro pianeta.

Quindi, visto che la terra e i pianeti del sistema solare, ruotano (o spiralizzano) attorno al sole, devo concludere che il sole X (chiamiamolo così), deve essere molto più grande del nostro.

E credo che non sia visibile ad occhio nudo.

Perché dovrebbe avere uno spettro ultra violetto o a raggi.... x, gamma, cosmici..vai a saperlo!

sicuramente non visibili ad occhio nudo.

Potremmo guardare con tutti i telescopi a lente, ma non lo vedremmo mai.

Lo chiamerei "sole nero" a questo punto ^^'

La teoria c'è... mi piace :D

peccato che in pratica, questo sole non esista... perché lo avrebbero visto, con altri mezzi :P

Evabbè... è solo una teoria, l'ho scritta, visto che è una settimana che continuo a sognarla in parti..

va bene per qualche fumetto di fantascienza :D

Pubblicato da RaAlgol a 08:46

Invia tramite emailPostalo sul blogCondividi su TwitterCondividi su FacebookCondividi su Pinterest

2 commenti:

Unknown8 dicembre 2019 10:54

Franco Malgarini
Tutti i diritti riservati 2021
Creato con Webnode
Crea il tuo sito web gratis! Questo sito è stato creato con Webnode. Crea il tuo sito gratuito oggi stesso! Inizia